Questo sito utilizza i cookies per migliorare il servizio. Continuando la navigazione si accettano i termini di utilizzo. Infomazioni.    Chiudi X

Rete Solida

Rete solida: progetti acli padova

RETE SOLIDA è il progetto di solidarietà promosso dalle Acli Provinciali di Padova e Rovigo e sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, con la partecipazione di Comune di Padova, Provincia di Padova, Provincia di Rovigo, Prefettura di Padova, Caritas Diocesana di Padova e altri Enti pubblici e del privato sociale

  • Per aprire un nuovo circuito di solidarietà come valore fondamentale di sviluppo sociale e civile.
  • Per sostenere l’assistenza e favorire il processo di inclusione sociale.
  • Per organizzare interventi innovativi ed integrare quelli esistenti in una rete territoriale dei servizi di sostegno.


Dopo le sperimentazioni sul recupero dei pasti non distribuiti dalle mense scolastiche comunali, e dei Gruppi d’acquisto solidale delle Acli di Padova e di Rovigo, il progetto RETE SOLIDA si allarga oggi ad una razionalizzazione complessiva delle iniziative di solidarietà ed alla ottimizzazione delle attività di recupero, a favore della eliminazione degli sprechi fisiologici della distribuzione commerciale.


RETE SOLIDA è un progetto per valorizzazione e coordinare relazioni sul territorio in grado di favorire i contatti diretti tra economia profit (grande distribuzione, imprese, produzione) e associazioni ed enti non profit che operano nel sociale. Il punto di riferimento e informazione tra chi è costretto a eliminare prodotti ancora utili e chi invece può riutilizzarli.
Grazie anche alle competenze maturate a Bologna con Last Minute Market, e a Verona con le Acli Provinciali, Padova e Rovigo RETE SOLIDA è un circuito che riguarda non solo la grande distribuzione e la raccolta di alimentari, ma si estende anche ai farmaci e ai libri destinati al macero.
RETE SOLIDA sostiene e coordina GAS, i gruppi di acquisto che diffondono nel territorio buone pratiche di acquisto e sostengono un circuito economico di piccoli produttori locali.
Con RETE SOLIDA le Acli mettono a disposizione della comunità locale tutta l’esperienza associativa maturata negli anni, affiancando all'azione sociale una rete di servizi, come risposta di solidarietà e di giustizia ai bisogni concreti e mutevoli del territorio, servizi di origine non lucrativa e svolti anche grazie all'apporto di tanti volontari.


Nel nostro paese si produce troppo (e si spreca ancora di più)
Addirittura il 3% dell’intero Pil nazionale, in totale nel settore si perdono 3,7 miliardi in sprechi all’anno. I 600 ipermercati italiani gettano via 250 chili di cibo al giorno solo per motivi estetici, una mole di alimenti che potrebbe sfamare ogni anno 636.000 persone per un valore di oltre 928 milioni. Solo per gestire come rifiuti la carne inutilizzata vengono sprecati 105 milioni di metri cubi di acqua e 8.000 ettari, con emissioni di anidride carbonica per 9,5 milioni di tonnellate.


Il recupero dei prodotti alimentari

La prima sperimentazione, durata due anni, ha permesso nella provincia di Padova di recuperare 14.425,42 kg di cibo, coinvolgendo due associazioni beneficiarie e cinque scuole. Nell’anno scolastico 2009-2010 la stima degli alimenti recuperati è stata di circa 11.562 kg, dato che evidenzia la stabilizzazione del processo di recupero avviato sul territorio dal progetto.


Le buone pratiche
Il gruppo di acquisto solidale Acli TuttoGAS nasce nel 2010 da un gruppo di persone che scelgono di cambiare le proprie abitudini di consumo attraverso una spesa settimanale responsabile, informata, di qualità, attenta all’ambiente e solidale. Un piccolo, importante contributo di valorizzazione e sostegno per la produzione locale.
Nella sede di via Bernardi 20 (Parr. SS. Trinità) ogni settimana 50 famiglie (numero in costante crescita) ritirano la loro spesa, effettuata online tra oltre 400 prodotti scelti da piccoli produttori e cooperative sociali che grazie al gruppo sono già oggi una realtà di rete territoriale di relazioni.
TuttoGAS, presente anche a Mestre, Mirano, Adria non è un negozio ma un circolo aperto che mira a promuovere una cittadinanza attiva e consapevole mediante azioni concrete come il consumo critico. È un modo diverso di acquistare.

Credits web4com