Questo sito utilizza i cookies per migliorare il servizio. Continuando la navigazione si accettano i termini di utilizzo. Infomazioni.    Chiudi X

Reddito e pensione di cittadinanza

Il Reddito di Cittadinanza è la nuova misura di integrazione al reddito familiare, riservata a chi non supera determinati requisiti. Ecco in sintesi i punti chiave.

 

Chi può fare la domanda
Cittadini italiani, europei o soggiornanti di lungo periodo, a condizione che risiedano in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 anni in via continuativa.

 

Requisiti economici
• possesso di un ISEE 2019 del nucleo familiare inferiore a 9.600 €
• patrimonio immobiliare, cioè terreni e fabbricati, non superiore a 30.000 €, esclusa la prima casa di abitazione.
• patrimonio mobiliare, ovvero il denaro depositato sul conto corrente bancario o postale, o investito in titoli ed obbligazioni, non superiore a 6.000 €, aumentato di 2.000 € per ogni
componente del nucleo familiare successivo al primo, fino ad un massimo di 10.000 €.
Questi massimali vengono ulteriormente incrementati di 5.000 € per ogni componente con disabilità.
• Nessun componente del nucleo familiare deve essere intestatario di autoveicoli immatricolati negli ultimi 6 mesi.

 

Importo del Reddito di Cittadinanza
Il sussidio è composto da due voci:
1) l’integrazione del reddito che può raggiungere un massimo di 500 € mensili
2) un contributo per il pagamento del canone di locazione pari ad un massimo di 280 €, per un totale di 780 € al mese.

Questi importi vengono ridotti, per differenza, in presenza di redditi di qualsiasi natura.

 

Decorrenza
Il sussidio decorre dal mese successivo a quello della presentazione della domanda ed è riconosciuto per un periodo continuativo non superiore a diciotto mesi. Può essere rinnovato previa sospensione di un mese.
Il Reddito di Cittadinanza si percepisce tramite una card che funziona come carta acquisti, per pagare le utenze o beni di base, e come bancomat per prelevare contanti sino ad un massimo di 100 € al mese.

 

Disponibilità al lavoro
Chi ottiene il sussidio verrà contattato dai Centri per l’Impiego e dovrà essere disponibile ad aderire a un percorso di accompagnamento all’inserimento lavorativo, seguendo un progetto di riqualificazione professionale.
Le eventuali offerte di lavoro proposte dai Centri per l’Impiego possono essere rifiutate dal titolare del Reddito di Cittadinanza al massimo per due volte, dopo si decade dal diritto di percepire il sussidio.

 

Domanda di Reddito di Cittadinanza
Per inoltrare la domanda di Reddito di Cittadinanza è necessario essere in possesso della dichiarazione DSU o ISEE 2019 già fatta  al CAF, senza questo modello non è possibile procedere con la richiesta.
 

GESTIONE SERVIZIO RDC e PDC  PATRONATO ACLI DI PADOVA

 

Fino al 31.07.2019

ESTE  -  10 e 24 LUGLIO dalle 9 alle 12.30 allo sportello dedicato.

PADOVA Via Buonarroti  62 – Tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì dalle 14.00  alle 18.00.

Presso gli sportelli del Patronato ACLI delle sedi di:

  • Fossona
  • Piombino Dese
  • Piove di sacco
  • Montegrotto
  • Cittadella
  • Monselice
  • Montagnana

 

Dal 01.09.2019

ESTE   11 - 25 settembre e quindi ogni 15 gg (cioè un mercoledì si e uno no) dalle 9 alle 12.30 allo sportello dedicato.

PADOVA Via Buonarroti  62 – Tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì dalle 14.00  alle 18.00.

Presso gli sportelli del Patronato ACLI delle sedi di:

  • Fossona
  • Piombino Dese
  • Piove di sacco
  • Montegrotto
  • Cittadella
  • Monselice
  • Montagnana

 

 

Credits web4com